logo_fb” class=logo_youtubelogo_twitterlogo_feedRSSlogo_newsletter
 
 
 

 

Crea PDF Consiglia Stampa

Mario Contarino

Mario Contarino sfrutta al massimo il binomio musica e tecnologia per superare i limiti imposti dalla sua patologia.        

Mario Contarino è nato a Roma il 26 Ottobre 1984 ed all'età di cinque anni gli è stata diagnosticata la Distrofia Muscolare di Duchenne. Fin da piccolo ha sempre avuto la passione per la musica, in particolare per la batteria, una passione smisurata che lo porta ad abbandonare la scuola al secondo anno di Liceo Scientifico.
 
L'anno successivo, all'età di sedici anni, entra a far parte come batterista nella band pop rock "Ladri di Carrozzelle", gruppo composto maggiormente da ragazzi con la sua stessa patologia. La batteria era suonata e suddivisa per quattro persone, con l'uso di pad elettronici; con questa esperienza ha anche l'occasione di imparare la lettura ritmica e la scrittura dello strumento. Ha fatto parte del gruppo fino all'estate del 2006 ed in questi sei anni suona in circa seicento concerti in tutta Italia, partecipando a molte manifestazioni e trasmissioni televisive importanti. Una di queste è stata la partecipazione al Concerto del 1° Maggio 2006 in Piazza S. Giovanni a Roma, di fronte a migliaia di persone ed in diretta televisiva.
 
Visto l’avanzare della Distrofia non ha più la forza per suonare ma, grazie al computer ed alla tecnologia, a fine 2007 inizia a comporre musica, utilizzando il software Steinberg Cubase insieme a vari plugin VST. A seguito di questo, fonda un progetto personale dal nome TBP, con il quale, quasi per gioco, dall’estate 2011 realizza una trentina di cover di brani famosi, “stravolti” in versione strumentale hard rock.

 

Principalmente, però, il progetto TBP consiste nel trasmettere emozioni e stati d’animo attraverso la musica, con brani originali, strumentali e non, che raggruppano molte influenze e varietà di generi rock (hard, funky, progressive, fusion, blues, metal e molti altri).
Il 13 Novembre 2012 esce, con l'etichetta Zeta Factory, "Universe Of Emotions", album di esordio del progetto TBP, prodotto dal noto chitarrista  Giacomo Castellano (Raf, Nannini, Noemi ecc.).

Nel frattempo entra in contatto e riceve i complimenti da molti musicisti fra i quali: Steve Vai, Jason Becker, Mike Terrana, John Macaluso, Mattias Eklundh, Lorenzo Feliciati e moltissimi altri. Al momento, insieme a Giacomo Castellano, sta producendo il secondo album del progetto, nel quale suoneranno musicisti di spessore del panorama italiano ed internazionale. Attualmente usa prodotti Steinberg, RME e Toontrack.Ecco i link dai quali è possibile ascoltare i lavori di Mario Contarino:

www.facebook.com/TBPofficial  
www.twitter.com/musicTBP  
www.youtube.com/thebiddittisproject  
soundcloud.com/tbpofficial

Mario è collegato ad un respiratore giorno e notte e per la maggior parte del tempo compone musica rock strumentale con il computer con risultati a dir poco straordinari, lui desidera che più persone possibili ascoltino la sua musica e che vengano a conoscenza di questa sua situazione per far capire, come lui stesso ci ha detto: "che la vita può essere vissuta in qualsiasi condizione!"

 


 

 


.